howmanypage

Quante pagine dovrebbe avere un sito web per essere davvero efficace?

Quante pagine deve avere un sito web che funzioni e comunichi in modo efficace? La risposta è: una sola buona landing page o un blog da decine di articoli. Due strategie differenti che possono essere entrambe vincenti a seconda dei casi, vi possiamo garantire che in genere le vie di mezzo sono scelte mediocri e sono quelle che spesso offrono meno risultati.

Il Sito-Blog da decine di pagine e articoli

Oggi i siti web statici sono del tutto superati a favore dei CMS (content managment system), abbiamo la possibilità in pratica di non avere limiti di pagine ed in questo modo un imprenditore può affrontare facilmente ogni aspetto del suo business e dei servizi che offre. Perché limitarci ad un sito che presenta solo offerte commerciali? Possiamo offrire una consulenza al cliente, informazioni specifiche che gli utenti ricercano in rete, oppure più semplicemente raccontare della passione per il nostro lavoro, documentando la partecipazione a fiere o eventi e citando magari qualche novità del settore. Vi potreste chiedere a cosa serve riempire le vostre pagine web di articoli?

Ecco solo alcuni dei tanti motivi:

il vostro cliente non naviga sempre il sito dall’home page, ma potrebbe effettuare una ricerca su un argomento specifico, che voi avete trattato ampiamente su un’area blog/news e successivamente rendersi conto che sono presenti anche delle offerte commerciali relative alla sua ricerca, in un’altra sezione;

– se manifestate passione per il vostro lavoro negli articoli che pubblicate, per analogia il cliente può immaginare che possiate offrire prodotti e servizi di qualità superiori rispetto a quelli dei vostri competitor;

– se il sito è ricco d’ informazioni e non solo di offerte commerciali, il vostro cliente potrebbe associarvi ad un esperto del settore e non semplicemente ad un venditore che vuole rifilare a tutti i costi i suoi prodotti.

Nel momento in cui un nostro cliente ha interesse anche ad affidare alla nostra agenzia il posizionamento del suo sito, siamo noi stessi a voler includere più materiale possibile relativamente al suo lavoro. SEO e Content Marketing sono attività che devono essere portate avanti insieme per essere efficaci.

Vi potreste chiedere se un sito che ospita così tanti contenuti da perdercisi, possa disorientare il cliente: non ci sono rischi se le pagine web sono strutturate in modo corretto. In particolare, alla fine di ogni articolo, pur dando la possibilità di navigare tra altri contenuti, sarà importante privilegiare la scelta dell’utente verso un link diretto all’area commerciale del vostro sito, se si tratta di un ecommerce o verso la pagina che mira all’acquisizione del contatto.

number_of_page

Il Sito costituito solo da una Landing Page

La realizzazione continua di contenuti sempre nuovi per il proprio sito, talvolta, non può essere delegata ad una web agency o a terzi, perché presuppone la conoscenza di competenze specifiche e informazioni tecniche che solo imprenditori o manager di alto livello della stessa azienda posseggono. Sappiamo che la creazione di testi, grafici etc. richiede molto tempo e questo è uno dei tanti motivi per cui si può puntare su un altro tipo di strategia: l’utilizzo di una sola Landing Page. Come deve essere strutturata e come promuoverla? Per Landing Page (pagina di atterraggio) intendiamo la sola e unica pagina che il vostro potenziale cliente visualizzerà, dopo aver cliccato su un annuncio sponsorizzato Facebook ads, Google AdWords. etc. (disponendo di testi e contenuti limitati sarà molto difficile ricevere un numero significativo di visitatori senza investire in campagne di advertising online). Possiamo parlare di Landing page o più correttamente di Squeeze Page, perché il suo compito sarà quello di acquisire informazioni dell’utente interessato al nostro servizio. Gli elementi grafici e informativi faranno da cornice al form di richiesta informazioni, che rappresenta la parte più importante della pagina. I campi da lasciar compilare all’utente (dati anagrafici, tel. etc.) varieranno secondo le vostre necessità di business, ma tenete presente che più sono numerosi, minore sarà la percentuale di utenti che vorranno compilarli. La richiesta di un indirizzo email è chiaramente il campo più importante, se vogliamo intraprendere un’azione di email marketing nel tempo, con i potenziali clienti interessati.

Alcune landing page americane sono piuttosto sobrie, fino ad essere molto scarne, per evitare distrazioni e mantenere la concentrazione sul testo che, in modo sintetico, presenterà il vostro servizio. Tenete presente che in Italia abbiamo un livello di diffidenza maggiore in relazione al web e alle proposte commerciali in genere, rispetto a quelle di altri paesi.

Investire su una grafica che possa valorizzare al meglio la vostra Landing Page potrebbe essere una scelta migliore, per un’azione di marketing nel nostro paese, offrendo la percezione che a comunicare sia un’azienda solida.

Se avete pensato di fare un sito con non più di 4 o 5 pagine valutate la possibilità di raccontare tutto in un unico video da integrare nella vostra Landing Page, magari raccontando in prima persona, o con l’aiuto di un vostro collaboratore, di cosa si occupa la vostra azienda e quali sono i vantaggi dei vostri prodotti o servizi. In media, i video rendono più efficace l’acquisizione dei contatti il 40% in più delle pagine con solo testo e immagini. Inoltre, potete rafforzare la vostra comunicazione e aumentare la credibilità e l’autorevolezza della vostra azienda citando testimonianze di clienti soddisfatti. Tenete presente che puntare tutto esclusivamente su una sola Landing Page non funzionerà sempre e per qualsiasi tipo di business: in molti casi, gli utenti si aspettano di vedere un catalogo prodotti, immagini di lavori eseguiti o di ricevere subito una serie di informazioni esaurienti.